Nel segno di Ade

è già passato un anno dalla scomparsa di Ade, lo ricordiamo con commozione ed affetto, ma, come probabilmente piacerebbe a lui, non ci fermiamo al ricordo personale cercando di fare qualcosa di concreto per sentirlo accanto.
Proseguiamo nel nostro progetto di dare continuità, anche se in minima parte, ad alcune delle importanti attività con le quali Ade si è ricavato un ruolo da protagonista nel fumetto italiano. Ci ha lasciato, oltre che un amico e tante altre cose, un grande sceneggiatore e talent scout, per questo abbiamo pensato di raccogliere fondi (attraverso l’artbook a lui dedicato che trovate qui) per dar vita ad un concorso per sceneggiatori emergenti.
Il concorso, che ha avuto tre grandi giudici come Alessandro Sisti, Moreno Burattini e Diego Cajelli, ha avuto un grande successo e seguito arrivando a raccogliere oltre 90 sceneggiature originali per fumetti auto conclusivi di 8 pagine (queste erano le indicaizoni del bando del concorso).
Durante la scorsa edizione del festival del fumetto di Piacenza abbiamo avuto modo di premiare i primi tre classificati, nell’ordine Elena Astarita, Luca Franceschini e Marco Russo.
In quell’occasione Elena, meritatamente vincitrice, anche se per un’incollatura, ha avuto modo di “ritirare” il suo premio, infatti ha potuto stringere la mano a Sergio Gerasi che sarà il suo disegnatore per la sua storia “GASTRONOMIA ONIRICA – INCUBO STRAPAZZATO” che verrà pubblicata prossimamente su Scuola di Fumetto.

Speriamo di poter dar seguito a questo splendido concorso e di poter ricordare in modo creativo Ade, tenendone sempre vivo il ricordo.

 

SHARE IT:

Comments are closed.